Foscarini: cent’anni d’amore per il bello in una capsule

Il 18 settembre scorso presso il centro ottico di Thiene, in provincia di Vicenza, la professionista ha presentato alla stampa la collezione di montature da donna Foscarini 1921, da lei disegnata in occasione del centenario che celebra la storia imprenditoriale della famiglia, presente in città con attività commerciali differenti, ma accomunate da valori come la bellezza, la precisione e l’unicità

La storia della famiglia Foscarini in campo imprenditoriale nasce proprio nel 1921 quando Francesco, il bisnonno di Arianna, calzolaio ambulante in sella alla sua bicicletta sull’altopiano di Asiago, mandò a Torino il figlio Giovanni affinché imparasse a fare l’orologiaio e potesse aspirare a un avvenire migliore: quell’anno rappresenta per la professionista veneta, che invece ha abbracciato la passione per l’ottica, l’inizio di un viaggio familiare nel mondo della precisione, dell’arte e dell’amore per le cose fatte bene tramandatole dal nonno e dal padre Gabriele, incisore.

«La continuità sta nell’amore per il proprio lavoro, la condivisione degli stessi valori e la tradizione di famiglia – spiega a b2eyes TODAY Arianna Foscarini – La forza sta nel cambiamento, nel divenire una cosa nuova, che mi somiglia ma che è fondata sui valori tramandati da mio nonno e mio padre, come essere autentici e ascoltare le persone: non è quello che fai a essere importante, ma il perché lo fai».

Per celebrare questo anniversario, l’imprenditrice, fondatrice nel 1986 dell’omonimo centro ottico di Thiene che guida assieme al marito Orfeo Dal Zotto, professionista della visione anche lui, ha perciò deciso di fare qualcosa che «racchiude il saper fare di tre generazioni: creare oggetti intrisi di storia, emozione e personalità», si legge in una nota.

Nasce così la capsule collection di montature da donna Foscarini 1921, prodotta da Trisottica e la cui distribuzione presso selezionati centri ottici europei sarà seguita direttamente. «Il risultato è un occhiale tecnicamente perfetto con connotati sensoriali ed emotivi in cui si intravedono l’istinto, la creatività e la spontaneità, caratteristiche di spicco di mio padre e di mio nonno, miei maestri e mentori – commenta Foscarini nel comunicato – In ogni modello c’è un frammento di una narrazione indipendente, che rappresenta la storia Foscarini e i tratti di stile della persona che li indossa».

La collezione è composta di quattro serie di occhiali, in acetato made in Italy, che raccontano un secolo di moda diviso in quattro periodi storici: Pop, con colori pieni, vivaci, puri, ispirati alla forte comunicatività della pop art; Chic, con dettagli preziosi delle cesellature, eseguiti da abili artigiani della tradizione orafa; Casual, con le trasparenze e i giochi di luce per uno stile più deciso e personale; e infine Vintage, proposto in colori naturali abbinati a toni trasparenti.

Articolo pubblicato in www.b2eyes.com

Altri Articoli

A qualcuno piace tondo

Ti sei mai chiesto perché molte persone siano attratte da forme, colori, gusti e sapori completamente diversi tra loro. In altre parole, perché a qualcuno

Foscarini Pop 1921

Siamo tutti figli della Pop art.  Giusto o sbagliato che sia, noi viviamo la scia di quel movimento che ha ideato il copia incolla degli